Travel Dreams 2023: idee di viaggio future

0
70
travel dreams 2023

Siamo arrivati alla fine del 2022. Tra due giorni è Natale, meno nove invece all’inizio dell’anno nuovo. Come di consueto, mi ritrovo a fare un resoconto di ciò che è stato il 2022 e un viaggio con la mente alle possibili scelte del futuro, ovvero i Travel Dreams 2023.

 

Travel Dreams 2023, ma prima il 2022

 

La cosa divertente è che tutti gli anni scrivo l’articolo sui Travel Dreams, e poi non li rispetto mai. Sono uno a cui piace cambiare idea, anche all’ultimo.

Andate a rivedervi il post sui Travel Dreams 2022: Sicilia occidentale, Andalusia, Norvegia on the road, Umbria, Val d’Orcia… Quale o quali ho fatto secondo voi? Vi rispondo io: nessuna.

E’ davvero incredibile come abbia questa capacità di stravolgere piani e programmi, pure una settimana prima, senza farmi alcun problema. Cancellazioni last minute, modifiche a mete, orari.

travel dreams 2023 venezia tramonto

Premessa: per come la vedo, è stato un anno un pò sfigato per quanto riguarda i viaggi. Pur senza le restrizioni degli anni passati, mi ritrovo a segnare negativamente questa annata.

Venezia

Pronti, partenza, via. Il 2022 è partito molto bene: Venezia, la mia città italiana preferita. Amo perdermi tra le sue calli, salire sui ponti, scattare millemila foto anche tutte uguali ai canali.

Ho passato tre giorni scarsi in città, mi sono girato quasi tutti i sestieri, ho macinato chilometri e sfamato l’appetito a suon di cicheti nei caratteristici bacari veneziani.

Sei anni sono trascorsi dall’ultima volta a Venezia. Di sicuro non voglio più far passare così tanto tempo dalla prossima!

Vi lascio intanto due articoli su questa meravigliosa città che va visitata almeno una volta nella vita:

venezia canali

Porto

A metà febbraio sono scappato di nuovo. Stavolta all’estero, in Portogallo. Sono andato con amici, obiettivo festeggiare un compleanno. Con il dettaglio che alla fine la festeggiata purtroppo non è stata bene e quindi non è venuta.

Weekend brevissimo, di un giorno e mezzo pieni. A Porto ero già stato diverso tempo fa, durante una gita giornaliera da Lisbona. Città a misura d’uomo, piena di colore e vivacità.

Se ci andate non perdetevi il tramonto pazzesco dal Mosteiro da Serra de Pilar. L’ho inserito nel post su Cosa vedere a Porto in un giorno.

In caso vogliate saperne di più su locali e ristoranti, eccone 6: Dove mangiare a Porto.

porto tramonto

Costiera Amalfitana

Il ponte del 25 aprile è stata l’occasione per raggiungere la Campania e spuntare finalmente la Costiera Amalfitana dalla lista.

Occasione completamente sbagliata, devo dire. Tra il meteo improbabile che mi ha bruciato un giorno su tre e il mondo di gente che ha avuto la mia stessa idea, ne è uscito fuori un weekend mezzo rovinato.

La maggior parte delle volte devo ammettere, senza vantarmi, che sono bravo ad azzeccare i periodi giusti. A sto giro ho calcolato male e il risultato finale è che non me la sono goduta come arei voluto.

amalfi costiera amalfitana

Ho soggiornato a Cetara, borgo di pescatori delizioso. Il primo giorno ha diluviato e purtroppo la vicina Vietri sul Mare è praticamente saltata.

Il secondo e il terzo giorno ho girato per i borghi della Costiera. Ho visitato un’Amalfi e una Positano bellissime, ma piene zeppe di gente. A Ravello il panorama dalla Terrazza dell’Infinito rovinato dalla nebbia.

Della Costiera mi porto dietro la torta ricotta e pere di Sal De Riso, pazzesca. Purtroppo poco altro, è andata così.

Qualche spunto potete trovarlo qui: Costiera Amalfitana in 3 giorni: itinerario di viaggio. Ah, l’ultimo giorno l’ho passato a Salerno, città molto molto interessante di cui ho scritto qui: Cosa vedere a Salerno in un giorno.

Puglia centrale

Nel 2021 sono stato in Salento, ricordate? Settembre, clima ideale, spiagge bellissime, città barocche, cucina tipica.

Nel 2022, a giugno, dove ho trascorso quattro giorni? In Puglia, ovviamente! E sarei dovuto realmente andarci? Non proprio, dato che in teoria sarebbe stata una settimana intera in Corsica.

Un clamoroso cambio dell’ultimo minuto, dovuto a strani pensieri nella mia mente contorta, mi ha catapultato in una regione bellissima in cui torno sempre volentieri. Dopo Gargano e Salento, la terza volta in Puglia mi ha visto scoprire principalmente il lembo di costa che da Bari conduce a Bisceglie, con una giornata dall’altra parte tra Polignano e Monopoli.

travel dreams 2023 giovinazzo puglia

Vi chiederete dove potrei aver cappellato qui. Ve lo dico subito: forse, con il caldo torrido che ha caratterizzato l’estate, non è stata un’ottima idea utilizzare i mezzi pubblici?

Ebbene, mi sono spostato in treno. Tutte le località hanno la propria stazione: Bisceglie, Trani, Giovinazzo, Molfetta, Monopoli, Polignano. Peccato che rimanga nell’interno, a dieci, quindici, venti minuti a piedi dal centro.

Non è stata una grande idea, però ci sono i lati positivi: non ho speso una fortuna per il noleggio auto (sono diventati carissimi ovunque) e ho bruciato una marea di calorie con tutti i passi che ho fatto.

Link utili per voi:

Gran San Bernardo

La settimana che mi concedo ogni anno tra luglio e agosto in Valle d’Aosta non è mancata. Ho preso i miei e il cane Coffee e ho raggiunto una nuova vallata ancora inesplorata.

Lo scorso anno è stata la volta della Valtournenche; a sto giro ci siamo lanciati nel Gran San Bernardo. Saint-Rhemy-en-Bosses, borgo del prosciutto DOP, conoscete?

Sono sincero, non ci ha impressionati. L’idea che ci siamo fatti è di un territorio piuttosto spoglio, vuoto. Perfetto per rilassarsi senza pensare ad altro, senza distrazioni. Forse qualcuna l’avremmo voluta.

Oltretutto, settimana caratterizzata da un giorno e mezzo di mia febbre. A fine luglio. Non benissimo, ma è andata così.

Et voilà Gran San Bernardo: cosa fare in 4 giorni!

valle daosta gran san bernardo

Santorini & Naxos

Non ricordo di aver mai viaggiato a Ferragosto. Quest’anno ho provato l’esperienza della classica vacanza di metà agosto, quella che fanno tutti e che ho sempre scartato per via della calca di gente in ogni angolo del globo.

Sono andato con gli amici, i soliti, quelli con cui esci a mangiare un kebab sotto casa e sei comunque felice perchè stai bene. E’ stata una vacanza strana, per tutta una serie di cose che sicuramente non sto qui a spiattellare.

Vacanza pure abbastanza corta: siamo partiti da Milano il 15 pomeriggio e sono tornato il 22 al mattino presto. A Roma però, in cui ho fatto un giretto, prima di rientrare a casa in tarda serata.

In ogni caso, ribadisco: bello perchè sei con gli amici e non da solo, bello perchè ti fai un sacco di risate e stai bene. A Santorini poi c’ero già stato nel 2016 e me ne ero innamorato. Naxos invece è stata una scoperta molto piacevole: è un’isola frizzante e piena di vita, ricca di locali fighi e spiagge di sabbia fine con mare cristallino.

Ecco qui gli articoli che ho scritto a riguardo:

travel dreams 2023 santorini

Transilvania

Questo è esattamente il viaggio rimandato a marzo 2020 per la pandemia. L’avevo programmato proprio così: on the road ad anello dall’aeroporto di Bucarest, con pernottamenti sempre diversi.

Quattro giorni pieni, tantissimi chilometri e ore di guida, risparmio gigantesco perchè sì, un viaggio in Romania costa davvero poco (noleggio auto 5 giorni = 150 euro, fate voi).

Stavolta periodo azzeccato: metà ottobre, ottimo clima, poca folla eccetto nei luoghi maggiormente turistici, colori stupendi. La Transilvania è un territorio molto verde e d’autunno il foliage regala scorci super!

travel dreams 2023 transilvania road

Tuttavia, non è una destinazione di cui mi sono innamorato. Per carità, ho visto belle città, borghi colorati e dall’atmosfera surreale, castelli fiabeschi.

Non ho avuto però un buon feeling con la popolazione, a cominciare dall’addetto ai controlli del documento in aeroporto, una persona di una maleducazione unica. In generale i rumeni della zona mi sono sembrati molto chiusi e diffidenti, scontenti di vedere gente italiana in giro per la nazione. Peccato.

Della Transilvania sul blog devo ancora parlarne, stay tuned! Per il momento accontentatevi dei posti dove mangiare.

Roma

E’ la prima volta che visito due volte la capitale a distanza di pochi mesi. Beh, “visito” è una parola grossa. Diciamo che ci ho messo piede.

A novembre sono tornato a Roma per un weekend di compleanno, stile quello di Porto, ma stavolta il festeggiato c’era. Una toccata e fuga, condita complessivamente da 12 ore di viaggio a/r in tre giorni.

Durante questo bel weekend, fatto come al solito di tanti momenti divertenti e spensierati, abbiamo pensato soprattutto a magnare. Carbonara, cacio e pepe, gricia, carciofì, supplì, coda alla vaccinara, e chi più ne ha più ne metta. Piatti tipici della cucina romana.

colosseo roma

Alto Adige

Il 2022 l’ho chiuso così, pochi giorni fa. Tre giorni feriali alla scoperta dei famosi mercatini di Natale del Sud Tirolo.

Ho soggiornato a Bolzano, spendendo pure poco vista la zona comoda e il periodo. La città è molto carina secondo me, a misura d’uomo, da girare e rigirare fermandosi a scattare foto ai bellissimi edifici che affacciano su piazze e vie.

Mi sono preso anche qualche ora per salire sulla Funivia del Renon e raggiungere Soprabolzano. Da lì si può prendere un suggestivo trenino che, attraversando boschi e paesaggi innevati (purtroppo poca neve), conduce a Collalbo. Nei weekend oltretutto c’è pure un mercatino!

Una giornata invece l’ho divisa tra Merano e Bressanone. La prima in particolare mi ha colpito molto: è verdissima e ricca di passeggiate adatte a tutti che costeggiano il fiume. Bressanone è più paese, con scorci deliziosi e un bel mercatino nella Piazza del Duomo.

Ve ne parlerò sul blog nel 2023, tranquilli. Intanto vi ricordo che fino al 6 gennaio potrete visitare i mercatini tirolesi!

bressanone trentino alto adige

 

Travel Dreams 2023: ispirazioni per l’anno nuovo

 

Dopo un lungo resoconto sull’anno passato, è ora di volare con la testa al futuro. Sono pronto a raccontarvi le mie idee, che puntualmente saranno stravolte come da programma. O forse no… Vedremo!

I miei Travel Dreams 2023 sono:

  • 4 giorni in Piemonte da solo con Coffee, in montagna
  • Napoli, compleanno di un’amica già programmato da tempo
  • Friuli Venezia Giulia, in treno
  • Una nuova vallata della Valle d’Aosta
  • La solita vacanza con gli amici. Si parlava di Calabria…
  • Crociera sui Fiordi, a fine settembre
  • Mercatini di Natale all’estero: Svizzera o Germania
  • Qualche weekend di compleanni, qualche gita giornaliera

 


 

Ora che sapete i miei Travel Dreams 2023, esigo assolutamente sapere i vostri (almeno uno, dai!) e la meta che vi ha impressionato di più nel 2022.

Buone Feste a tutti voi e alle vostre famiglie. Un grande abbraccio, Pietro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui