stazioni e ferrovie tramonto binari
Europa,  Italia,  Stazioni e Ferrovie

Stazioni e Ferrovie: alla scoperta delle linee ferroviarie italiane

Questo non è soltanto un semplice articolo, ma la presentazione di un progetto, una nuova rubrica in cui racconterò una passione via via sempre più forte: le linee ferroviarie. Sarà un viaggio più o meno lungo, sicuramente intenso, alla scoperta delle ferrovie italiane. Pronti a seguire le mie avventure?

 

Stazioni e Ferrovie: le origini del progetto

Tutto è nato il giorno che sono andato a Fossano per scoprire la città insieme all’ente turistico Visit Fossano. Di ritorno dalla giornata piemontese, il treno regionale che mi avrebbe portato a S. Giuseppe di Cairo ha attraversato diverse stazioni. Quelle più grandi e ormai moderne, come Mondovì e Ceva, ma anche un gruzzoletto di vecchi fabbricati, ormai direi abbandonati al proprio destino, seppur attivi.

Mi riferisco a Vicoforte-San Michele, Magliano-Crava-Morozzo, Lesegno, e altre. Insomma edifici più o meno grandi che hanno lasciato una traccia del loro passato. A un certo punto mi è anche sembrato di vedere il capostazione, rigorosamente con cappello rosso e paletta verde, uscire e dare il via libera al macchinista. Una scena che mi sono immaginato, anche perchè di fatto non ricordo di averlo mai visto, nemmeno da piccolo.

Fatto sta che su quel treno ho concepito l’idea di questa nuova rubrica del sito. Ho deciso di prendermi del tempo per andare a scoprire le linee ferroviarie italiane e raccontarle qui, sul mio amato blog di viaggi.

stazione ferroviaria ferrania

 

A caccia di linee ferroviarie: come mi muoverò

Non so se seguite già il mio profilo Instagram, ma in diverse occasioni ho parlato del progetto, nonostante l’idea risalga soltanto a un mese e mezzo fa. L’obiettivo come vi ho spiegato è quello di raccontare, attraverso fotografie e parole, le linee ferroviarie del Belpaese.

La domenica sarà il giorno perfetto per muovermi, sebbene le distanze delle tratte iniziali che ho in mente non siano lunghe. Però sicuramente se ho un giorno intero a disposizione, posso fare un bel lavoro, preciso e senza alcuna fretta. Avrò anche la possibilità di incrociare molteplici treni, sulle tratte ancora attive, in differenti momenti della giornata e attendere il loro arrivo in stazione o immortalare il transito da particolari punti di vista.

Mi preme iniziare fin da subito. Ci sono molte linee ferroviarie da conoscere e stazioni da fotografare, ma ogni tanto mi assale il pensiero che un giorno qualcuno si svegli e decida di buttare giù quel vecchio fabbricato che avevo in programma, per fare spazio magari a un edificio moderno, un supermercato, un condominio. No, non voglio che accada.

Mi piacerebbe che queste stazioni o ex stazioni restassero tali, magari non abbandonate al proprio destino, come purtroppo è capitato ad alcune ferrovie. Vorrei che qualcuno decidesse di prendersene cura, senza modernizzare, mantenendo gli elementi di una volta. Perchè cancellare la vecchia iscrizione col nome lato strada o lato ferrovia? Perchè staccare il leopolder, ovvero il campanellino che avvisa riguardo l’arrivo di un treno?

linee ferroviarie leopolder stazioni

Leopolder, iscrizioni, ma anche vecchi cartelli, indicatori, maniglie, loghi. Insomma, tutti quei dettagli che m’invogliano a prendere la fotocamera e scattare. Non vedo l’ora di cominciare questo nuovo viaggio e parlarvi di un mondo che da sempre mi affascina tantissimo.

stazione merana cartello uscita

 

Ferrovie e viaggi: tandem perfetto

Ci ho pensato molto se pubblicare o meno questa sezione riguardo le ferrovie italiane, poi mi sono deciso. D’altronde il treno ha da sempre fatto parte dei miei viaggi in solitaria in giro per l’Italia e l’Europa. Anche solo per raggiungere aeroporti come Milano, Bergamo, Genova o Torino, essendo solo non ho mai usato la macchina, anche perchè non conviene tra benzina e autostrada.

La comodità di non dovermi stressare, magari in code improvvise, ma anche a guidare per tanti km, il piacere di osservare il paesaggio dal finestrino e perdermici, mentre mi godo la musica nelle cuffie. Sì, il viaggio in treno mi piace molto e non ci rinuncio neanche le domeniche in cui opto per una gita alla scoperta di borghi e città.

Addirittura ho l’obiettivo, per il futuro, di fare un viaggio a Vienna utilizzando per la prima volta nella mia vita il treno notturno. Chissà che esperienza particolare! Mi stuzzica molto l’idea di addormentarmi nelle cuccette e risvegliarmi il mattino dopo in una nuova città, tutta da girare e scoprire.

linee ferroviarie spigno monferrato stazione

stazioni ferrovie alessandria fondazione fs
Fonte della foto: @Fondazione FS Italiane

 


 

Bene, adesso dai prossimi articoli in poi comincerò a mostrarvi le varie tratte. Tra linee ferroviarie attive e dismesse, esplorerò tante stazioni, iniziando dal Piemonte, regione ricca di spunti. Se avete interesse nel saperne di più, seguite i miei viaggi, che saranno ovviamente narrati live sui canali social, e in seguito pubblicati in questa nuova rubrica. A voi affascina il mondo ferroviario? Raccontatemelo nei commenti e lasciatemi anche una vostra opinione sul progetto. 🙂

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *