In crociera da solo: la mia esperienza con MSC Euribia

0
373
crociera da solo msc euribia

Ti sei mai chiesto come potrebbe essere fare una crociera da solo? Solo tu e i tuoi bagagli, in mezzo a una marea di sconosciuti, in terre sconosciute che fino a quel momento avevi visto solo sui social. Ci hai mai pensato? Ora ti racconto la mia esperienza, in crociera da solo, a bordo di MSC Euribia.

 

Crociera da solo: la scelta di un viaggio diverso

 

Premessa: è una vita che viaggio da solo. Oltre dieci anni di gite fuori porta, tour on the road, weekend, settimane intere, in Italia e in Europa. Con questo voglio dire che un viaggio in solitaria non mi spaventa, seppur l’idea di una crociera da solo sia un pò strana, senza dubbio particolare e insolita.

“Io una crociera non la farò mai, non è il mio tipo di viaggio, soldi buttati”. Per anni e anni ho pensato solo a dedicarmi ad altre tipologie di viaggio, snobbando totalmente l’idea di provare un’esperienza del genere. Poi è arrivato il 2023.

A inizio anno, non so per quale motivo, ho preso la decisione di lasciarmi andare e prenotare una crociera da solo, nei Fiordi norvegesi. MSC, una delle più importanti compagnie crocieristiche mondiali, permette di esplorare la Norvegia a bordo delle sue immense navi, mondi a sè, che uno finchè non ci entra dentro non ci può credere.

crociera da solo interno euribia

Crociera da solo: prenotazione e servizi

Tramite l’agenzia di viaggi di fiducia, ho prenotato il viaggio per l’ultima settimana di settembre, con partenza e ritorno da Copenhagen.

Sai qual è la cosa incredibile, che non so se mi ricapiterà in futuro? Sembrerà assurdo ma questo viaggio l’ho pagato veramente poco.

Il risparmio maggiore è derivato dal fatto che mi sono prenotato i voli di andata e ritorno per conto mio, con compagnie aeree low cost. In questo modo ho speso molto meno per raggiungere e tornare da Copenhagen, rispetto al pacchetto crociera+volo. E’ un rischio eh, va detto, perchè se per qualunque ragione il volo di andata viene cancellato o è in ritardo, la nave parte tranquillamente senza di te.

Per tutelarmi infatti, sono partito per Copenhagen un giorno prima. Ho aggiunto quindi una notte, dove ho dormito in un ostello, e, per fortuna, tutto è andato per il meglio.

Ho prenotato a inizio anno, nove mesi prima, scegliendo una semplice cabina interna e aggiungendo alcuni servizi accessori, che ti suggerisco di riservare prima della partenza:

  • Pacchetto bevande easy: include tantissimi tipi di bevande diverse, dal caffè ai cocktails classici, passando per birra e vino. Le bevande non incluse sono scontate.
  • Esperienza fantastica: include pacchetti per i ristoranti tematici, room service 24/24 e pure un cambio crociera gratuito.
  • Connessione WiFi su 1 dispositivo
  • Pacchetto di 3 esperienze nei ristoranti a tema

Ciò che ha contribuito a rendere la spesa finale abbordabile, alla fine del viaggio, è stato il fatto che non ho riservato escursioni con MSC. Sono sempre sceso dalla nave, ma in completa autonomia e senza vincoli, se non ovviamente quello degli orari di risalita a bordo nave.

decorazione allestimento nave

Crociera da solo nei Fiordi norvegesi: le tappe

Tra tutte le varie opzioni di itinerario, ho puntato dritto al Nord Europa. L’idea di fare un viaggio di questo tipo, in territori nuovi e fino a quel momento ammirati solo virtualmente, mi attirava un sacco.

In questa esperienza dunque, che a mente fredda posso affermare sia stata meravigliosa, ho avuto modo di visitare per la prima volta Copenhagen, 3 località norvegesi e una città tedesca che mi ha sempre affascinato, Lubecca.

Le tappe in Norvegia, tutte di fila, sono state: Hellesylt (con spostamento per conto mio a Geiranger), Ålesund e Flåm.

Ti confesso una cosa: se al momento della prenotazione ero più attratto dal desiderio di conoscere i famosi fiordi, nelle ultime settimane antecedenti la partenza la mia testa era concentrata quasi esclusivamente sul viaggio in crociera da solo. Ero curiosissimo, non vedevo l’ora di mettere piede in nave, non sapevo cosa aspettarmi, se sarei rimasto deluso o meno.

galleria euribia msc nave

MSC Euribia: alcune caratteristiche

La nave MSC che mi ha portato a spasso è una new entry nella flotta della compagnia napoletana. Prende il nome dalla dea Euribia e si caratterizza per un sistema completamente improntato alla sostenibilità ambientale, a partire dall’utilizzo del GNL, ovvero gas naturale liquefatto.

Può ospitare oltre 6000 passeggeri, distribuiti in quasi 2500 cabine. E’ lunga più di 300 metri ed è formata da ben 18 piani (deck), raggiungibili con scale e ascensori.

21 bar, interni ed esterni, 10 ristoranti, 4 piscine e un grande parco acquatico. Teatro, palestra, campetto sportivo, vasche idromassaggio, spa, aree giochi per bambini. E tanto tanto altro.

piscina esterna msc euribia

tramonto mare

 

A bordo di MSC Euribia: esperienza

 

Imbarco in nave

Mi sono imbarcato diverse ore prima dell’effettiva partenza della nave. La valigia l’ho lasciata al porto e me la sono ritrovata poi in cabina, mentre lo zainetto l’ho potuto portare con me, effettuando dei semplici controlli di routine.

Mi è stata consegnata la MSC Card, una carta plastificata che, oltre come riconoscimento, funziona tipo bancomat in nave, dato che non può circolare moneta a bordo. Ci sono dei punti appositi in cui la si carica, mediante cash o carte di pagamento. A fine viaggio, sempre negli stessi punti, si può recuperare il credito avanzato, senza alcuna commissione.

Io l’ho caricata di 300 euro e me ne sono tornati oltre 200, in quanto avendo già il pacchetto bevande illimitate e le esperienze culinarie nei ristoranti tematici, le spese effettive sono state poche.

Nessun problema se perdi la MSC Card: alla reception te ne danno una nuova, gratis.

Per i nuovi passeggeri a bordo è previsto un briefing sulla sicurezza e un’esercitazione in caso di emergenza. Niente di particolarmente impegnativo, basta recarsi al punto prestabilito nel momento in cui senti il segnale in cabina.

Dormire in crociera: la cabina

Ho scelto una cabina interna, per risparmiare sul costo del viaggio. Ora ti dico che probabilmente lo rifarei, nonostante l’idea del balcone mi attiri.

Essendo da solo mi sono accontentato di uno spazio piccolo, con bagno interno, perfetto per una persona. In cabina c’era tutto ciò di cui avevo bisogno: un bel lettone comodo, diverse prese a muro, tre attaccapanni, guardaroba, cassetti di varie dimensioni, una sorta di tavolino con posto dove sedersi, tv, aria calda, aria fredda, diversi tipi di luce.

Una cabina perfettamente insonorizzata al ponte 5, dove una volta chiusa la porta non si sentiva più nulla di nulla. Tranquillità e relax totale. La cabina interna, senza oblò e balcone, mi ha permesso di dormire bene: io solitamente necessito di buio totale, quindi si è rivelata una scelta azzeccata, oltre che economica.

La tipologia di esperienza Fantastica prevede un room service continuo. Uscivo dalla cabina al mattino, tornavo ed era in ordine. Uscivo di nuovo il pomeriggio, ritornavo ed era di nuovo in ordine totale. Questo fatto ha influito molto positivamente sul viaggio, così come la colazione in cabina a un orario a mia scelta, sempre puntuale e senza costi aggiuntivi.

Inoltre ogni giorno viene portato in cabina il daily program e il daily planner del successivo, con tutte le attività in programma, gli orari e il luogo.

cabina interna crociera da solo msc euribia

colazione cabina msc euribia

programma giorno msc crociera

Mangiare in crociera: non solo buffet

Come già accennato, in crociera ci sono diversi ristoranti, mix di cucine internazionali, sapori e tradizioni da varie parti del mondo.

Iniziamo dal Marketplace, il grande buffet, aperto praticamente sempre. E’ uno spazio enorme, con tantissimi tavoli. Purtroppo non si possono riservare, quindi dopo aver preso il cibo devi trovarti un posto a sedere. Se sei da solo puoi chiedere ai vicini se te lo “tengono occupato”, mentre tu vai a rifornirti, ma non è semplice col volume di gente che circola.

Una volta al tavolo tramite un pulsantino puoi chiamare un addetto che verrà a chiederti cosa vuoi da bere. Fa passare la MSC Card sul tablet e va a prendere l’ordinazione. Comodissimo!

Sono stato al buffet tante volte, eccetto quelle in cui mi sono concesso una cena diversa nei ristoranti. Sulla tua Card viene segnato un ristorante specifico con un orario cena (presto o tardi), compreso nel prezzo del viaggio. Io avevo il Colorado River, dove ho mangiato però solo l’ultima sera.

buffet nave msc euribia

ristorante nave

Il pacchetto Trilogy consta di 3 esperienze in ristoranti a tema. Nel mio caso sono stato in una brasserie francese, un giapponese e un messicano. L’ho pagato 95 euro, bere escluso. Nel primo avevo tre piatti a scelta, nel secondo 7-8, l’ultimo all you can eat.

Dando un’occhiata ai prezzi delle esperienze sui menu, vi consiglio caldamente l’acquisto del pacchetto prima di partire.

ristorante cucina messicana msc nave

cucina giapponese msc euribia

Altre attività in crociera

I due giorni di navigazione non mi sono affatto pesati, al contrario di quanto potevo immaginare.

Il primo è stato subito dopo la partenza e mi è stato molto utile per prendere confidenza con la nave, che, ribadisco, è un grandioso labirinto.

Ci sono talmente tante attività che non ci si annoia mai, con l’estrema comodità di avere la cabina a portata di mano. In pratica, almeno per me, ci si sente a casa. Puoi fare tutto e di più, a qualunque ora del giorno, e quando finisci o non hai più voglia in un minuto sei dentro casa, la cabina, il porto sicuro.

Ecco alcune attività a cui ho partecipato:

  • Palestra: tapis roulant, cyclette, sala pesi. L’asciugamano puoi prenderlo lì, gratis
  • Silent Disco: serata fantastica con dj nella splendida Galleria Euribia, con cuffie e 3 generi diversi di musica, da modificare a proprio piacimento quando si desidera
  • Discoteca: ogni sera dalle 23 all’Attic Club
  • Animazione con musica in piscina e giochi su maxischermi (es. indovinare a quale compagnia appartiene quel logo)
  • Serate di Gala, White e Mediterranea, con abbigliamenti specifici consigliati ma non obbligatori
  • Karaoke
  • Spettacoli musicali e di magia al teatro
  • Musica live nel pub britannico (cover Coldplay e Pink Floyd, per esempio)

crociera da solo spettacolo teatro

musica live pub inglese

 


 

Per concludere, fare una crociera da solo o anche in compagnia è un’esperienza indimenticabile, che resta impressa nella mente. Tant’è che per il prossimo anno ho in testa di farne un’altra, magari negli Emirati Arabi…

Nell’articolo seguente parlerò delle tappe visitate durante il viaggio. Nel frattempo ti invito a dare un’occhiata al mio profilo TikTok dove troverai diversi video sulla mia crociera con MSC Euribia nei Fiordi norvegesi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui